Novità per il 10° anniversario

Innanzitutto quest’anno è stata sviluppata una particolare sinergia con il territorio , in particolare con la miniera d’oro.
Il testimone di questa sinergia sarà “ L’oro del Malcantone” (vedi spiegazione sotto), ossia il marron glacé avvolto nella carta d’oro che rappresenta da una parte uno dei prodotti regina del nostro territorio e dall’altra l’apertura della miniera d’oro che avverrà in primavera 2017.
Non poteva essere altrimenti che il testimone della staffetta (altra novità di questa decima edizione) sia proprio “L’oro del Malcantone”; i due frazionisti se lo dovranno infatti passare a Dumenza e poi portarlo fino al traguardo.

Dal punto di vista più tecnico, invece, da quest’anno anche chi camminerà , avrà un tempo anche se senza classifica.

Qui sotto la spiegazione di cos’è “L’oro del Malcantone”:
Il “marron glacé”, castagna cotta a vapore e coperta da una glassa di zucchero, viene definito l’oro del Malcantone in quanto, da un lato la castagna, prodotto autunnale caratteristico della regione, è stato uno degli alimenti principali per le popolazioni del Malcantone e del Canton Ticino e dall’altro perché la carta dorata nel quale viene presentato ricorda l’oro e la sua miniera, presente a Sessa, che verrà aperta al pubblico nel corso della primavera 2017.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *